Vademecum acquisto
L'acquisto
Il primo passo è individuare quale tipologia di casa risponde alle proprie esigenze, visionando e valutando le possibili alternative e raccogliendo più informazioni possibili. Grande attenzione va dedicata a parametri importanti come il prezzo, la posizione, la tipologia di stabile, gli spazi abitativi, l'offerta di servizi e strutture di zona. Altri aspetti da non trascurare riguardano la tempistica di consegna della casa, il tipo e la cadenza di pagamento, la possibile accensione di un mutuo, la gestione delle spese di condominio nel periodo compreso tra il compromesso e il rogito.

Il compromesso
Il compromesso, o preliminare, è la fase più delicata della trattativa poiché vanno indicati tutti i dettagli relativi all'acquisto e all'immobile che poi saranno formalizzati nel rogito. Tra i più importanti vanno segnalati la data dell'atto e quella della consegna dell'immobile, il prezzo finale dell'immobile, le modalità e la tempistica del pagamento.

Il rogito
L'ultimo e fondamentale passo per l'acquisto, l'atto di vendita vero e proprio che vi ufficializza come proprietari dell'immobile. In caso di comproprietà, per essere valido, l'atto va firmato da tutti i comproprietari (o da rappresentante dotato di procura) in presenza del notaio. Ipoteche, servitù o altri vincoli non dovrebbero pesare sull'immobile acquistato. È possibile anche subentrare ad un mutuo già in corso sull'immobile, ricalcolando il capitale residuo da rimborsare).
 
 
Una delle preoccupazioni di chi acquista un immobile è la tutela dal rischio di fallimento del costruttore, per questo è importante sottolineare due aspetti della compravendita:

La fidejussione

A partire dal 2005 anche in Italia, come in molti paesi europei, è stato introdotto l'obbligo per il costruttore di rilasciare all’acquirente una fidejussione a garanzia degli importi versati o da versare prima del rogito, escludendo l'eventuale mutuo. Diversamente l'acquirente potrà chiedere la nullità del contratto preliminare.

La decennale postuma
Un altro importante strumento a difesa dell'acquirente di un immobile da una ditta costruttrice è la "decennale postuma", cioè l'obbligo di rilasciare all'acquirente, contestualmente alla stipula della compravendita, una polizza assicurativa valida 10 anni che vada a coprire i danni materiali e diretti all'immobile, compresi i danni a terzi, derivanti sia da rovina totale o parziale che da accertati difetti costruttivi delle opere, per vizio del suolo o per difetto della costruzione. Senza la decennale postuma la legge impedisce al notaio di stipulare il rogito di compravendita.